HYBRIDA. FREEDOM RALLY: PARCO LAMBRO / HAYVANLAR ALEMI / AL DOUM & THE FARYDS

FreedomRally2015web
SABATO 30 MAGGIO
PARCO EX COLONIE – VIA TAGLIAMENTO
OSOPPO (UD)

PARCO LAMBRO Dobia / Italia
Parco Lambro si forma all’inizio del 2014 e propone una miscela di progressive rock impastato assieme a free jazz, Lsd e peperoncino del Suriname: la musica originale della band vuole anche essere un omaggio alla scena storica dell’underground italiano ed europeo degli anni ’70, socialmente e musicalmente, riportando l’ascoltatore a suoni ed emozioni presenti nel proprio DNA.
Clarissa Durizzotto – sax contralto/clarinetto/effetti
Mirko Cisilino – organo Hammond/Nordlead/synth Moog/tromba/trombone
Giuseppe Calcagno – chitarra elettrica/basso elettrico/effetti
Andrea “Cisa” Faidutti – chitarra elettrica/basso elettrico/voce
Alessandro Mansutti – batteria

HAYVANLAR ALEMI Ankara / Turchia
Arrivati direttamente dalla capitale turca Ankara, gli Hayvanlar Alemi sono eredi tanto della fertile tradizione psycho-funk turca quanto dell’immortale lezione surf strumentale. La band di Ankara esordisce nel 2010 con un album per Sublime Frequencies, marchio del tutto adeguato alle esplorazioni sonore contenute in “Guarana Superpower”, psych-rock killer, coloratissimo e iperbolico a cui segue nel 2014 “Twisted Souvenirs”. Trainati dalle giravolte della chitarra solista di Ozum Itez, dalle percussioni di varia provenienza di Isik Sarihan e dal basso di Hazar Mutgan, gli Hayvanlar Alemi guardano con la stessa freschezza anche ai raga acidi della California di fine anni ’60, ai suoni distorti del deserto e dell’Oriente vicino e lontano, alle trame dei Thin White Rope e alla potenza del rock duro di taglio boogie.
Ozum Itez – chitarra elettrica
Isik Sarihan – batteria/percussioni
Hazar Mutgan – basso elettrico

AL DOUM & THE FARYDS Milano / Italia
La fascinazione per l’Africa ed il Medio Oriente sono ritornate forti negli ultimi anni, come fu negli anni ’70 con Aktuala e Battiato. Al Doum & The Faryds sono tra gli interpreti più convincenti di questi nuovi viaggi verso sud. La carovana di Al Doum suona un soffice blues delle stelle viste dal deserto, e si increspa di poliritmie africane che esplodono in festose danze per poi ritornare al silenzio della meditazione. Musica da viaggio, nel deserto, a dorso di cammello.
La band ha tre dischi all’attivo: il primo omonimo “Al Doum And The Faryds”, del 2011, è stato apprezzato dal guru della psichedelia Julian Cope sul suo sito Head Heritage, a cui sono seguiti “Positive Force” e “Cosmic Love”.

INGRESSO 10 €
INIZIO CONCERTI ORE 21
APERTURA ORE 17
CIBO E BEVANDE A PREZZI ONESTI
FREE CAMPING

HYBRIDA. radio show – playlist 141° puntata

HYBRIDA. radio show va in onda sui 90.00 mhz di Radio Onde Furlane e in streaming su www.ondefurlane.eu. Prossima puntata: 25 maggio alle ore 21

tpbmib
THE PARADISE BANGKOK MOLAM INTERNATIONAL BAND
Sao Sakit Mae
21st CENTURY MOLAM

(Studio Lam, 2014)

kb
KOES BARAT
Kelelewar
Pent Juri Hati

KOES BARAT

(Sub Pop, 2015)

ok
OMAR KHORSHID AND HIS GROUP
Sidi Mansour (Tunisian Folklore)
LIVE IN AUSTRALIA 1981

(Sublime Frequencies, 2014)

ad&tf
AL DOUM & THE FARYDS
Ship Of Joy
POSITIVE FORCE

(Black Sweat Records / Julia Dream Recordings, 2012)

ha
HAYVANLAR ALEMI
Karecikler Dolmadan
Hadron Collider Twist

TWISTED SOUVENIRS

(Unrock, 2014)

pl
PARCO LAMBRO
Not For You

(previously unreleased, 2015)

s
SILVERIO
El Baile Del Diablo
SILVERIO

(EMI Music Mexico, 2006)

se
SILVERIO
El Iluminado
ESCLAVO

(Nuevos Ricos, 2010)

imds
INSTITUTO MEXICANO DEL SONIDO
Yo Digo Baila
SOY SAUCE

(Cooking Vinyl, 2009)

lsm
LES RITA MITSOUKO
Andy
THE NO COMPRENDO

(Virgin, 1986)

lrdo
LES RETOURS DES OISEAUX
Part A

(previously unreleased, 2015)

ab
ANDREA BELFI
Su Linee Rette
NATURA MORTA

(Miasmah Recordings, 2014)

nr
NICOLA RATTI
Abel
OSSARIO VOLUME I

(Holidays Records, 2014)

rr
RENATO RINALDI
8:19
TIME MACHINE VOLUME IV

(Holidays Records, 2014)

FATHER MURPHY

FM500
GIOVEDI’ 30 APRILE
ORE 20:30 INGRESSO LIBERO CON TESSERA ARCI
UDINE – CIRCOLO ARCI MIS(S)KAPPA – VIA BERTALDIA 38

Di ritorno dal tour negli Stati Uniti e in partenza per quello Europeo i Father Murphy faranno tappa al Circolo Arci Misskappa.
“Croce”, pubblicato il 17 marzo 2015, è il quinto disco lungo dei Father Murphy.
L’album è un concept sulla “croce”: “un lato rappresenta in suono la sofferenza ed il sacrificio, e l’altro riflette su quello che viene dopo, ovvero la fine del suddetto sacrificio, la resurrezione, o forse l’oblio“.
“Croce” è stato registrato da John Dieterich (Deerhoof) ad Albuquerque, negli Stati Uniti, e mixato, come gli ultimi due lavori della band, da Greg Saunier (Deerhoof, Plastic Ono Band); vede inoltre il contributo di Heather Trost (A Hawk and a Hacksaw), oltre che dello stesso Dieterich.
Il disco è l’ennesimo capitolo di un percorso che riesce incredibilmente a migliorare di album in album: il sound è quello tipicamente psichedelico e turbante dei Father Murphy. Come una lunga liturgia moderna s’inseguono memorie di organi e vocalismi, rumori sordi e diretti, e improvvisazioni psych.
I live dei Father Murphy sono riti infuocati, liturgie trasognanti e inesorabili che non possono lasciare indifferenti: non fateveli scappare, perché dopo anni di concerti riescono ancora a portare dal vivo un’energia quasi impossibile da sentire altrove.

Archivio Post