LOURDES REBELS


GIOVEDI’ 14 GIUGNO
ORE 21:00 INGRESSO LIBERO
UDINE – PARCO DI SANT’OSVALDO – VIA POZZUOLO 330

In occasione dell’inaugurazione del Circolo Arci Bar Sport, nell’ambito della quinta edizione di L’Arte Non Mente, si esibirà il duo dei Lourdes Rebels.

I Lourdes Rebels sono un duo di Parma. Suonano tastiere giocattolo, campionatori, basso, chitarre elettriche, drum-machines e microfoni molto effettati.
Nel 2017 hanno pubblicato il loro secondo disco, Lolita, per l’etichetta americana Aagoo Records, dopo Adventures into Snuff Safari del 2015, descritto da Mucchio Selvaggio come un lavoro dai “ritmi circolari e, a volte spigolosi che si perdono tra exotica, psichedelia, elettricità, drum machine, tastiere e ruggiti di animali”.
Concepito come un omaggio libero e persolale al capolavoro di Nabokov, in questo lavoro arricchiscono la loro gamma sonora evocando atmosfere post-punk.
Lolita è come un luogo dove dialogano fantasie e suggestioni diverse, un gioco ironico sulle nostre identità, sia personali che musicali, è un viaggio nella memoria indugiando nelle scorie del rock, del post-punk e dell’elettronica analogica che ancora oggi invadono i nostri immaginari musicali, dove la giovane Lolita dialoga con il mostro di Frankenstein, e si capiscono alla perfezione.
E’ stato registrato in varie sessioni durante il 2016, in parte su nastro (supporto che utilizzano da sempre per legare e amalgamare i suoni), poi acquisito digitalmente e masterizzato a San Francisco da Cory Hanson (Wand, Ty Segall…)
Dal vivo Lourdes Rebels ci regalano un turbine di sensazioni e fotogrammi mentali di grande effetto e suggestione: musica per tutti i sensi.

HYBRIDA. radio show – playlist 209° puntata

Ascolta “Hybrida Radio Show 209 11-06-2018” su Spreaker.


JAVIER DIEZ-ENA & HIS THEREMINS
Waikiki Spleen
THEREMONIAL DARK & EXOTIC THEREMIN MUSIC

(Discos Alehop! / Beat Generation, 2017)


JON HASSELL
Slipstream
LISTENING TO PICTURES

(Ndeya, 2018)


JOHN CARROLL KIRBY
Socotra
TRAVEL

(Outside Insight, 2017)


MALPHINO
Kemu Kemu
VISIT MALPHINO

(Lex Records, 2018)


MONSTER RALLY
Sunny Sloth
FLOWERING JUNGLE

(Gold Robot Records, 2017)


SUSANNA AND THE MAGICAL ORCHESTRA
Who Am I
LIST OF LIGHTS AND BUOYS

(Rune Grammofon, 2004)


TEENAGE FANCLUB WITH JAD FAIR
My Life Is Starting Over Again
DANIEL JOHNSTON
Devil Town
Various Artists THE LATE GREAT DANIEL JOHNSTON: DISCOVERED COVERED

(Gammon Records, 2004)


LOURDES REBELS
Rimini Rimini Rimini
LOLITA

(Aagoo Records, 2017)


MR FOTTA
Silenzio E’ Un Ossessione

(Soundcloud, 2018)


KLETKA RED
Pardon, Grand Merci
HYBRID

(Red Note / explain, 2000)


DOWNTOWN BOYS
Live At Zuma 2018


LOURDES REBELS
Apuro Liquido
SNUFF SAFARI

(Aagoo Records, 2015)

HYBRIDA. radio show – playlist 208° puntata

Ascolta “Hybrida Radio Show 208 28-05-2018” su Spreaker.


DAVID BOWIE
Panic In Detroit
ALADDIN SANE

(RCA Victor, 1973)


? & THE MYSTERIANS
96 Tears
96 TEARS

(Cameo, 1966)


MARTHA & THE VANDELLAS
Dancing In The Street
DANCE PARTY

(Gordy, 1965)


R.L. BURNSIDE
Boogie Chillen
A ASS POCKET OF WHISKEY

(Matador, 1996)


MC5
Motor City Is Burning
KICK OUT THE JAMS

(Elektra, 1969)


THE GORIES
Nitroglycerine
I KNOW YOU FINE, BUT HOW YOU DOIN’

(Crypt Record, 1994)


THE GO
Meet Me At The Movies< /em>
WHATCHA DOIN’

(Sub Pop, 1999)


THE VON BONDIES
It Came From Japan
LACK OF COMMUNICATION

(Sympathy For The Record Industry, 2001)


FUNKADELIC
Loose Booty
AMERICA EATS ITS YOUNG

(Westbound Records, 1972)


ANDRE WILLIAMS
Can’t Find My Mind
BLACK GODFATHER
(In The Red Recordings, 2000)


THE HENTCHMEN
Accusatory
THE HENTCHMEN

(Dirty Water Records, 2010)


THE COME ONS
Sunday Drive
HIP CHECK!

(Sympathy For The Record Industry, 2001)


RAS_G & THE AFRIKAN SPACE PROGRAM
Water Broken (The Opening of the Stargate)
STARGATE MUSIC

(Leaving Records, 2018)


HIEROGLYPHIC BEING
Youth Brainwashing and the Extremist Cults
THE RED NOTES

(Soul Jazz Records, 2018)


MR. FINGERS
Inner Acid
CEREBRAL HEMISPHERES

(Alleviated Records, 2018)


YOUNG ECHO
Wicked Ones
YOUNG ECHO

(Young Echo, 2018)


ZUMA FEST. Viaggio nella nuova psichedelia alle porte di MilanoUn audiodocumentario di Giulia Vallicelli e Maurizio Abate
(AudioDoc / Echis / Unza!, 2017)


GLENN BRANCA
Lesson No.2
Lightfield (In Consonance)

THE ASCENSION

(99 Records, 1981)


THEORETICAL GIRLS
Mom & Dad
Computer Dating (Second Version)
Theoretical Girls (Live)

THEORETICAL GIRLS

(Acute Records, 2002)

HYBRIDA. radio show – playlist 207° puntata

Ascolta “Hybrida Radio Show 206 14-05-2018” su Spreaker.


A CERTAIN RATIO
Do The Do
THE GRAVEYARD AND THE BALLROOM

(Factory,1980)


23 SKIDOO
Liquid Noise
JUST LIKE EVERYBODY PART TWO

(Ronin Records, 2002)


THE POP GROUP
We Are All Prostitutes
WE ARE ALL PROSTITUTES

(Rough Trade, 1979)


MEDIUM MEDIUM
Hungry, So Angry
THE GLITTERHOUSE

(Cherry Red, 1981)


JOSEPH K
Heart Of Song
THE ONLY FUN IN TOWN

(Postcard Records, 1981)


CABARET VOLTAIRE
Silent Command
SILENT COMMAND

(Rough Trade, 7″, 1979)


GANG OF FOUR
At Home (He’s A Tourist)
ENTERTAINMENT!

(EMI, 1979)


THE FALL
Kicker Conspiracy
KICKER CONSPIRACY

(Rough Trade, 2×7″, 1983)


THE THREE JOHNS
Death Of An European
DEATH OF AN EUROPEAN

(Abstract Records, 12”, 1985)


EDDIE & THE HOT RODS
96 Tears
TEENAGE DEPRESSION

(Island Records, 1976)


MAGAZINE
Shot By Both Sides
REAL LIFE

(Virgin, 1978)


THE ORANGE JUICE
Simply Thrilled Honey
SIMPLY THRILLED HONEY

(Postcard Records, 7”, 1980)


ONE ELEVEN HEAVY
Old Hope Chest
EVERYTHING’S BETTER

(Kith & Kin Records, 2018)


A HAWK AND A HACKSAW
The Sky Is Blue, the Desert Is Yellow
FOREST BATHING

(LM Dupli-Cation, 2018)


DYLAN CARLSON
Scorpions in Their Mouths
CONQUISTADOR

(Sargent House, 2018)


QUICKSILVER MESSENGER SERVICE
The Fool
QUICKSILVER MESSENGER SERVICE

(Capitol, 1968)


ZUMA FEST. Viaggio nella nuova psichedelia alle porte di Milano
Un audiodocumentario di Giulia Vallicelli e Maurizio Abate
I parte

(AudioDoc / Echis / Unza!, 2017)


DEVO
Space Junk
Mongoloid

Q: ARE WE NOT MEN? A: WE ARE DEVO!

(Warner Bros. Records, 1978)


DEVO
Penetration In The Centrefold (Live)
Freedom Of Choice Theme Song (Live)

Q: ARE WE NOT MEN? A: WE ARE DEVO / DEVO LIVE

(Virgin, 1993)

MAURIZIO ABATE “STANDING WATERS”


VENERDI’ 11 MAGGIO

ORE 21:00 INGRESSO LIBERO RISERVATO AI SOCI ARCI
UDINE – CIRCOLO ARCI MIS(S)KAPPA – VIA BERTALDIA 38

Maurizio Abate ritorna al Circolo Arci MissKappa per la presentazione di Standing Waters ultimo album in solo uscito il 9 Marzo 2018 in CD/LP su Boring Machines/Black Sweat Records.
In questa data il violino di Lucia Gasti affiancherà la chitarra acustica di Maurizio.

Con questo nuovo lavoro Maurizio Abate riprende il discorso iniziato con Loneliness, Desire and Revenge del 2015, ma con una sensibilità narrativa differente. L’aria simbolica che si respira suggerisce un vissuto personale ed universale in cui i pensieri e le percezioni rimangono come avvolti in una eterna ruota cosmica. E’ una condizione che sfocia in una sincera introspezione ed identificazione empatica tra la stasi di un animo interiore e la vitalità fluente di paesaggi acquatici stagnanti. In questa direzione la musica di Abate condensa sempre multiple gamme di spettri emotivi diversi evocati da profondi richiami naturalistici. Le ariose aperture delle corde, i sussurri lontani dell’armonica, le cascate di fraseggi ora più pacati ora più torrenziali possono condurre nel magnifico climax della Nostalgia. Gli arrangiamenti per violino e violoncello di Lucia Gasti introducono in una dimensione da idillio, in passaggi elegiaci di toccante poesia quasi di gusto cameristico, ma allo stesso tempo bagnati dagli umori pastorali e bucolici dei paesaggi autunnali; sono dipinti intrisi di sapori e colori differenti che ricordano la luce e il candore dei tonalismi veneti o dei quadri mobili densi di significato di Tarkovskij. Nei momenti più cupi e tristi gli accordi aperti sono come sospensioni di quesiti e tormenti irrisolti, ma il finale catartico con un piano free e minimale prelude a possibili bagliori futuri, quasi a percepire che anche dove c’è stasi il sole può comunque far brillare la speranza del nuovo sulla radura dello stagno. Rimane il sentore di quella “libertà di espressione” stilistica cara ai visionari Fahey e Basho; ma anche una nitida interpretazione della possibilità espressiva della chitarra solista, assolutamente lirica e contemporanea per la raffinatezza del suono cristallino, che mette questo lavoro in parallelo con le fondamentali prove acustiche di altri grandi come Jim O’Rourke, Jack Rose o James Blackshaw. (parole di Andrea Maria Simoniello)

http://maurizioabate.it/

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page

Archivio Post