Forma Free Music Impulse #12

FORMA FREE MUSIC IMPULSE#12
FESTIVAL DI MUSICA E ARTI ELETTRONICHE
Venerdì 16 Luglio

Udine Parco di Sant Osvaldo via Pozzuolo 330 ore 21:00

L’ingresso è libero, non serve prenotare, ma dovrete registrarvi all’entrata. Al banchetto potete anche lasciare un’offerta in sostegno delle serate.



La prima data della XII edizione di Forma Free Music Impulse ha come protagonisti il duo newyorkese, formato da Lea Bertucci, compositrice, sassofonista e sound designer, e dalla voce di Amirtha Kidambi e The Mechanical Tales accompagnati dai visuals di Eleonora Sovrani.


Amirtha Kidambi & Lea Bertucci

Amirtha Kidambi &  Lea Bertucci
Il nuovo duo di Amirtha Kidambi alla voce e Lea Bertucci all’elettronica esplora nuovi territori sonori: nel duo, Lea Bertucci manipola la voce di Amirtha Kidambi attraverso un registratore a nastro analogico, interagendo fisicamente con il nastro. Amirtha Kidambi reagisce a sua volta con un vasto repertorio vocale di tecniche timbriche: il risultato è una formidabile fusione che può evocare una versione in tempo reale di musica concreta o i rivoluzionari esperimenti per nastro di Pauline Oliveros.

Lea Bertucci è compositrice, sassofonista, performer e sound designer il cui lavoro si concentra sulle relazioni tra fenomeni acustici e risonanza biologica. Oltre alla sua pratica strumentale (sax alto e clarinetto basso), i suoi lavori incorporano spesso progetti per diffusione sonora multicanale, feedback, tecniche strumentali estese e nastro magnetico. Negli ultimi anni, i suoi progetti si sono stesi verso indagini sonore site-specific: mantenendo sempre un approccio sperimentale, il suo lavoro non ha paura di sovvertire le aspettative musicali.
Ha proposto i suoi progetti in importanti spazi e festival come il MoMA, Blank Forms, Gagosian Gallery, The Kitchen, The Walker Museum, Unsound Festival, The Queens Museum, Experimental Intermedia e altri.lea-bertucci.com/

Amirtha Kidambi è compositrice, cantante e musicista, anche lei impegnata nell’esplorazione delle varie aree della musica creativa: da quella tradizionale Carnatica, alla libera improvvisazione e al rock sperimentale. E’ leader degli Elder Ones, quartetto di base free jazz, ma che si muove con estetica ed energia punk; è anche leader del quartetto vocale Lines of Light, e componente della band Mary Halvorson’s Code Girl. E’ parte attiva della scena di New York, ha collaborato con Tyshawn Sorey, Matana Roberts, Ingrid Laubrock, Brandon Lopez, Daniel Carter, Trevor Dunn, e William Parker. E’ anche molto attiva politicamente, cosa che si riflette nella musica e nelle collaborazioni a cui sceglie di partecipare.amirthakidambi.com



The Mechanical Tales

The Mechanical TalesThe Mechanical Tales nascono nel 2012 dall’incontro tra Juliette, Lux e Lloyd, musicisti attivi da anni nella scena musicale sperimentale italiana. Fin dall’inizio il gruppo lavora a stretto contatto con il medium video per la realizzazione di performances intermediali in collaborazione con diversi artisti visivi. Nel 2014 incontrano Eleonora Sovrani, video-artista e ricercatrice, la cui attenzione si concentra sulla relazione tra linguaggio visivo e dinamiche sociali. Questa stretta collaborazione, ancora in atto, dà vita a molteplici performances audio video presentate in occasione di diversi tour europei. Registrano e pubblicano gli album Iceberg (2015), About fallout (2017), BAU BAU MIAO MIAO CRA CRA (2018) e l’EP Name of State (2020). Volti alla costruzione di esperienze live con l’utilizzo di suono, immagine e spazio, The Mechanical Tales producono inoltre installazioni audiovisive site-specific per musei, gallerie ed eventi culturali, lavorando particolarmente sui temi del confine geografico e virtuale, del rapporto fra tecnologia e natura, dell’incontro tra tradizione e sperimentazione.https://themechanicaltales.com/

Jazzmatec 2020

DOMENICA 6 SETTEMBRE
DALLE ORE 18:00
UDINE – PARCO DI SANT’OSVALDO – VIA POZZUOLO 330

GIOVANNI DI DOMENICO presenta Solo Rhodes

Giovanni Di Domenico piano Rhodes

Nato a Roma nel 1977, il pianista/compositore Giovanni Di Domenico ha trascorso gran parte della sua giovinezza in Africa e in Italia, assorbendo una moltitudine di stili musicali – con tradizioni popolari, l’opera lirica, i richiami alla preghiera dei muezzin, il repertorio classico, il jazz e il punk – che hanno plasmato il suo ampio approccio alla forma musicale e al suono. A vent’anni Di Domenico si è iscritto al prestigioso Conservatorio di musica di Santa Cecilia a Roma e successivamente al Conservatorio Reale dell’Aia, intraprendendo gli studi pianistici con un’etica libera e ribelle. Ora residente a Bruxelles, ha raccolto e ancora raccoglie molto rispetto per la sua energica e inventiva musicalità – negli ultimi anni ha affinato il suo talento in contesti solistici e di gruppo con musicisti come Akira Sakata, Jim O’Rourke, Tatsuhisa Yamamoto, John Edwards, Alexandra Grimal, Keiji Haino, Manuel Mota e Chris Corsano tra gli altri. Attraverso la sua etichetta Silent Water, ha messo in mostra il lavoro di frequenti collaboratori, tra cui Norberto Lobo, Pak Yan Lau e João Lobo, nonché il trio giapponese Delivery Health – composto da Domenico, O’Rourke e Yamamoto. Continua a produrre musica senza sosta, non ultimo l’album in piano solo ISASOLO! (uscito per l’italiana Canti Magnetici).

MAHAKARUNA QUARTET presenta Inventum

Gabriele Cancelli tromba Cene Resnik sax tenore Giorgio Pacorig piano Rhodes Stefano Giust batteria

Maha Karuna in Pali e Sanscrito significa grande compassione. Mahakaruna Quartet è un progetto che nasce nel 2016 in occasione dell’iniziativa dell’associazione Nuovo Corso “Verso il Primo Maggio” e che ha dato alla luce un disco live dal titolo Inventum. L’idea é quella di rendere omaggio al mondo del lavoro e alle lotte ad esso legate, rivisitando alcuni fra i brani più rappresentativi che raccontano quel mondo e quelle lotte e di cui è necessario mantenere viva la memoria.

FLAVIO ZANUTTINI presenta Nickel Kosmo

Flavio Zanuttini tromba, gong, effetti

Il nucleo del progetto Nickel Kosmo risiede nella relazione acustica che si stabilisce tra le leghe metalliche degli strumenti usati. Bronzo e ottone vibrano e si stimolano a vicenda. Le risonanze e i battimenti diventano i nuovi parametri musicali di un universo muicale inedito: la colonna sonora di una supernova che proietta nello spazio atomi di ferro e nichel a 30.000 km al secondo.

a seguire Hybrida soundsystem New Grass dj set

INGRESSO LIBERO / PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA A: barsport.arci@gmail.com

BISTROQUET: DALAITRIOO

Giovedì 27 agosto ore 20:30
DALAITRIOO

Mirko Cisilino – tromba, trombone, farfisa
Emanuel Donadelli – batteria, percussioni, vibrafono
Marzio Tomada -contrabbasso, gimbrihanno il piacere di presentare il DALAITRIOO con un repertorio di brani originali inediti appositamente scritti e arrangiati per questo ensamble. Propongono un concerto di musica attuale e in chiave libera, dove le improvvisazioni, atmosfere, energia e ricerca sonora si fondano in questo trio superacustico.

BISTROQUET: LOCOMOTIVE QUARTET

Giovedì 6 agosto ore 20:30
LOCOMOTIVE QUARTET
Clarissa Durizzotto – clarinetto e sax contralto
Giorgio Pacorig – piano Rhodes
Alessandro Turchet – contrabbasso
Marko Lasic – batteria

Il Locomotive Quartet è un nuovo progetto che nasce dal percorso musicale che Clarissa Durizzotto e Giorgio Pacorig hanno intrapreso negli ultimi anni basato sulla ricerca sonora e le sperimentazioni più varie. Il quartetto esprime la sintesi di questo lavoro dove ai temi della tradizione jazzistica (Coltrane, Monk, Ellington, Tony Scott) si intrecciano le libere improvvisazioni ed esprime le diverse esperienze maturate dai musicisti che spaziano dal jazz alla musica elettronica alla musica per film. Infatti i quattro sono coinvolti in numerosi progetti musicali che li hanno portati anche a collaborare con musicisti di varia estrazione, provenienza e fama internazionale.

DOBRIDA RADIO SHOW 5

James Baldwin – I Picked the Cotton, I Built the Railroads
Luke Vibert presents Amen Andrews – Bass Kick

Linea directa Colombia Dobia
Las Añez – Pueblito Grande
Carolina Noguera Palau – Furias
Tricofero de Barro – Lo Que Te Falta Es Reggaeton

Cory Smythe –  Accelerate Every Voice
Sara Serpa – Queen Nzinga
Pierre-Yves Macé – Rhapsodie Sur Fond Vert

Nazim Comunale – Padre
Nazim Comunale – Arresi al mistero del suono

Luiz Carlos Vinhas – Birthday Morning
Luiz Carlos Vinhas – Tanganica

“Due biscotti neri” di Luca Dipierro. Sonorizzazione di freddie Murphy

Yma Sumac – Tree of Life
ESG – Dance
Otoboke Beaver – Datsu. Hikage No Onna

Vomitiva – Merda Fascista

“La signora degli scarafaggi” di Thomas M. Disch voce Aida Talliente musiche Giorgio Pacorig

Ascolta “DOBRIDA_5” su Spreaker
Ascolta “DOBRIDA_5” su Mixcloud