CAM DEAS

Circolo Arci Cas*Aupa
Via Val d’Aupa 2 – Udine
giovedì 24 febbraio ore 21:30


L’inglese Cameron “Cam” Deas si muove sulle orme dell’ormai rediviva stagione dell’american primitive guitar, lo stile creato da John Fahey nei tardi anni ’50. Gli artisti a cui fa riferimento Cam Deas, oltre a Fahey, sono Robbie Basho e Steffen Basho-Junghans ma anche l’improvvisazione di Derek Bailey e il minimalismo del compositore Charlemagne Palestine, e, se pur il musicista inglese ne subisce enormemente il fascino, è anche vero che il suo stile è certamente personale. Da un punto di vista strettamente tecnico Cam si rivela un chitarrista dal tocco raffinato, mentre per quanto concerne il lato lirico della sua musica l’inglese ci guida attraverso paesaggi immaginari pieni di candore, che evocano sensazioni di abbandono, di ambigua quiete crepuscolare e che trascolorano in accese tribolazioni estatiche. “Blind Chance”, il suo ultimo disco, è per certi versi vicino all’ultimo lavoro di Bill Orcutt, per altri è assimilabile a un ipotetico connubio di Derek Bailey e di John Fahey e rappresenta una boccata di aria fresca nell’ambito di una scena in cui troppi si lasciano irretire dal minimo accenno di “creatività”.
www.presenttimeexercises.com

Lascia un commento

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page
Archivio Post