Zadnja Confine – Ultimo Border – Last Meja: JULIA KENT + ALL MY FAITH LOST

sabato 1 marzo ore 21

presso NAVEL www.navel.fvg.it a Cividale del Friuli (UD), Piazza Foro Giulio Cesare n. 13

juliakent.jpg JULIA KENT
Julia Kent è nata a Vancouver, Canada, e ha studiato violoncello alla Indiana University di Bloomington. E’ membro stabile della band di Antony And The Johnsons, non solo come violoncellista ma anche come arrangiatore della sezione archi. Ha suonato ed inciso con numerosi artisti e complessi, tra cui Burnt Sugar, The Angels of Light, Larsen, Backworld, Jarboe, Devendra Banhart, Mi and L’au, Current 93, Angela McCluskey, Leona Naess, Teddy Thompson, Rufus Wainwright, e Rasputina. Il suo lavoro d’esordio, “Delay”, è una composizione a più livelli di suoni di violoncello e di suoni d’ambiente. “Delay” trae ispirazione dagli aereoporti, dalla transitorietà, e dal mondo di emozioni interiori frutto del disorientamento e della perdita di abitudini causate dal viaggiare. “Delay” è stato registrato nel corso di un anno – o quasi-, a casa, nei momenti di pausa tra i viaggi e gli spostamenti. Dopo aver suonato tutti quegli anni con altri, Julia sentiva di dover fare qualcosa completamente da sola; è quindi lei sola ad aver composto e suonato i brani dell’album. Il titolo, “Delay”, significa sia attesa, sia ritardo, ed esprime infatti sia il viaggiare, sia il tempo occorso per la registrazione. Ma è anche un omaggio a “World of Echo” di Arthur Russel, un capolavoro -tra le altre cose- nell’esternazione dell’intimo.
www.juliakent.com
www.myspace.com/julia_kent

+

amfl.jpg ALL MY FAITH LOST
Le sonorità degli All My Faith Lost sono delicate e malinconiche intessute da chitarre acustiche, flauti, violini e pianoforti adagiati su lievi tappeti di sinth. La voce femminile intensa e allo stesso tempo eterea si sposa spesso con quella maschile creando delicati intrecci sonori. A volte romantica, a volte ipnotica, la musica degli All My Faith Lost accompagna gli ascoltatori verso paesaggi lontani, traendo ispirazione dalla letteratura e dalla poesia. L’ultimo album “The Hours” è stato pubblicato nel 2007 dall’etichetta svedese Cold Meat Industry in Europa e dall’americana Projekt Records negli Stati Uniti ed è stato accolto positivamente dal pubblico e dalla critica internazionali.
www.allmyfaithlost.com
www.myspace.com/allmyfaithlost

La capienza della sala dove si svolgeranno i concerti è limitata a 90 persone, si consiglia di prenotare tramite la mail delle associazioni o direttamente al Navel, l’ingresso è di 10 euro.

Lascia un commento

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page
Archivio Post