LUCKY DRAGONS + TERRIBLE EAGLE

venerdì 9 ottobre ore 21 Mortegliano (area dem. Chiasiellis) TERRIBLE EAGLE – LUCKY DRAGONS – Hybrida Soundsystem

LUCKY DRAGONS (usa – trance world music)
Ci sono i concerti normali e poi ci sono le esperienze uniche, per la magia che evocano e per l’irripetibilità che solo il concorrere di certi artisti, luogo e pubblico può generare.
Le performance audio-video dei Lucky Dragons sono un invito fuori dagli schemi al contatto e alla relazione con natura e persone, un rito digitale celebrativo della spiritualità umana, una forza primordiale che scardina le convinzioni dell’ascoltatore per condurlo altrove, senza paura.
La musica è estatica ed incatalogabile, un fiorire elettronico di creatività libera e beats che aprono uno spiraglio di speranza sul nostro futuro tecnologico. Li edita l’ottima Upset the Rhythm, già etichetta di band culto come No Age e Gowns, mentre appongono entusiasti il loro bollino qualità Centre Pompidou e Transmediale Festival di Berlino.
Lo scorso anno è uscito Dream Island Laughing Language che è il diciottesimo progetto musicale che il duo di Los Angeles pubblica in otto anni. Il percorso musicale di Luke Fischbeck e Sarah Rara ha incrociato i ritmi e i suoni di una moltitudine di culture nel tentativo ambizioso e dichiarato di realizzare una nuova World Music che rappresenti la razza multietnica del secondo millennio.

Il nome Lucky Dragons appartiene a un simbolo della cultura antinucleare, è il nome del peschereccio giapponese, Daigo Fukuryu Maru, colpito dalle radiazioni della bomba all’idrogeno nel test nucleare dell’atollo di Bikini nel Pacifico, e la Dream Island del titolo è il luogo dove è ora conservato il relitto.
Non c’è alcuna soggezione a tutto ciò che la musica ha prodotto finora, la musica dei Lucky Dragons cancella tutta l’evoluzione degli ultimi duecento anni di musica, non è post-rock ma pre-rock; invero la destrutturazione arcaica dei suoni attinge al percorso di artisti come Stephan Micus, Steve Reich, i primi Kraftwerk, Jon Hassell, David Byrne e Brian Eno, ma assimilando le culture ritmiche primitive attraverso l’uso di strumenti antichi contrapposti a una elettronica deindustrializzata e umanizzata, nel tentativo di cogliere l’elemento primitivo del suono e del ritmo, superando l’atteggiamento di esplorazione che caratterizza tanta world music.
www.hawksandsparrows.org
www.myspace.com/luckydragons

TERRIBLE EAGLE (usa – psychedelic electro rock)

La serata sarà aperta dai Terrible Eagle, il progetto personale del chitarrista degli Indian Jewelry, collettivo texano di sbandati a espansione continua che sta cambiando faccia alla psichedelia. Messo su un trio di elettronica/chitarra/voce Terrible Eagle si presenta come la faccia sporca dell’electro rock. Fortemente psichedelici e sporchi, utilizzano macchinari vintage, quando non scassati, mischiando l’estetica electro-punk degli anni ’80 con le chitarre distorte, la psichedelia texana e una sana dose di scazzo.
Il loro motto è Riot out loud! e il loro live promette scintille. Pensate ai colori del caleidoscopio buttati fuori a random, fuori sequenza, il fluttuare dei suoni dilatati screziati da vecchie drum machines che girano fuori fase con tutto il resto. Non perdeteveli!
www.myspace.com/terribleeagle

Al termine Hybrida Soundsystem dj set e proiezioni

Ingresso libero

Lascia un commento

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page
Archivio Post