Jazzmatec 2020

DOMENICA 6 SETTEMBRE
DALLE ORE 18:00
UDINE – PARCO DI SANT’OSVALDO – VIA POZZUOLO 330

GIOVANNI DI DOMENICO presenta Solo Rhodes

Giovanni Di Domenico piano Rhodes

Nato a Roma nel 1977, il pianista/compositore Giovanni Di Domenico ha trascorso gran parte della sua giovinezza in Africa e in Italia, assorbendo una moltitudine di stili musicali – con tradizioni popolari, l’opera lirica, i richiami alla preghiera dei muezzin, il repertorio classico, il jazz e il punk – che hanno plasmato il suo ampio approccio alla forma musicale e al suono. A vent’anni Di Domenico si è iscritto al prestigioso Conservatorio di musica di Santa Cecilia a Roma e successivamente al Conservatorio Reale dell’Aia, intraprendendo gli studi pianistici con un’etica libera e ribelle. Ora residente a Bruxelles, ha raccolto e ancora raccoglie molto rispetto per la sua energica e inventiva musicalità – negli ultimi anni ha affinato il suo talento in contesti solistici e di gruppo con musicisti come Akira Sakata, Jim O’Rourke, Tatsuhisa Yamamoto, John Edwards, Alexandra Grimal, Keiji Haino, Manuel Mota e Chris Corsano tra gli altri. Attraverso la sua etichetta Silent Water, ha messo in mostra il lavoro di frequenti collaboratori, tra cui Norberto Lobo, Pak Yan Lau e João Lobo, nonché il trio giapponese Delivery Health – composto da Domenico, O’Rourke e Yamamoto. Continua a produrre musica senza sosta, non ultimo l’album in piano solo ISASOLO! (uscito per l’italiana Canti Magnetici).

MAHAKARUNA QUARTET presenta Inventum

Gabriele Cancelli tromba Cene Resnik sax tenore Giorgio Pacorig piano Rhodes Stefano Giust batteria

Maha Karuna in Pali e Sanscrito significa grande compassione. Mahakaruna Quartet è un progetto che nasce nel 2016 in occasione dell’iniziativa dell’associazione Nuovo Corso “Verso il Primo Maggio” e che ha dato alla luce un disco live dal titolo Inventum. L’idea é quella di rendere omaggio al mondo del lavoro e alle lotte ad esso legate, rivisitando alcuni fra i brani più rappresentativi che raccontano quel mondo e quelle lotte e di cui è necessario mantenere viva la memoria.

FLAVIO ZANUTTINI presenta Nickel Kosmo

Flavio Zanuttini tromba, gong, effetti

Il nucleo del progetto Nickel Kosmo risiede nella relazione acustica che si stabilisce tra le leghe metalliche degli strumenti usati. Bronzo e ottone vibrano e si stimolano a vicenda. Le risonanze e i battimenti diventano i nuovi parametri musicali di un universo muicale inedito: la colonna sonora di una supernova che proietta nello spazio atomi di ferro e nichel a 30.000 km al secondo.

a seguire Hybrida soundsystem New Grass dj set

INGRESSO LIBERO / PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA A: barsport.arci@gmail.com

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page
Archivio Post