INTER NOS + EGNOG

Venerdì 25 maggio ore 22

egnog1.jpg INTER NOS Attivi da quasi due decenni, prima come sezione ritmica dei Poliphonix (gruppo prog da culto), poi col progetto Inter Nos, i fratelli Faggioni (Paolo alla batteria elettronica e Claudio al basso e voce) hanno sempre saputo contraddistinguersi da qualsiasi altra proposta musicale in circolazione. Melodie astruse e ritmiche taglienti e spezzate supportano testi profondi che esplorano l’animo umano quanto le turpitudini sociali e dell’essere. Si sono fatti conoscere negli anni con tre lavori (Transizione, Futuro calpestato, Deforme) che progressivamente li hanno elevati nel gotha dei gruppi da culto. Indefinibili come proposta i nostri scavano nel pentagramma per estrapolarne qualcosa di unico e irripetibile. Da non perdere. “Electro dark progressive” è un etichetta fugace per cercare di definirli in qualche modo. Resterete a bocca aperta.

EGNOG Gli Egnog si formano agli inizi del 2004 come power trio influenzato dai Beatles come dal punk, dal pop e dalla psichedelia dei tempi buoni. Attraverso molti cambi di formazione giungono ad oggi come quartetto che ha espanso i propri confini musicali nella ricerca del suono totale. Una proposta che vorrebbe incarnare le sfaccettature più recondite del rock ma non solo. Grazie all’arrivo di un flautista tastierista d’alta scuola (Pablito) ed una chitarrista che si distingue per tecnica, energia e cuore (Anna) aggiuntisi al nucleo fondatore (Jack alla batteria e Piotre al basso e voce), gli Egnog stanno ingranando sempre più per ottenere la massima resa. Ovvero il rock totale. Sudore, energia, riflessione e violenza nelle loro composizioni. Non disdegnano alcune cover per far luce su chi li ha ispirati. Preparate i padiglioni auricolari!

+ hybridarocksoundsystem dj set

ingresso libero soci Arci

Lascia un commento

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page
Archivio Post