News

HYBRIDA. radio show – playlist 205° puntata

HYBRIDA. radio show va in onda sui 90.00 mhz di Radio Onde Furlane e in streaming su www.ondefurlane.eu. Prossima puntata: 30 aprile alle ore 21

Ascolta “Hybrida Radio Show 205 16-04 -2018” su Spreaker.


GEODETIC
X
COLD LIGHTS

(Instruments Of Discipline, 2017)


DREAM WEAPON RITUAL
Tittle-Tattle Among Secret Deveices
THE UNCANNY LITTLE SPARROWS

(Boring Machines, 2017)


LUCIANO LAMANNA
Calma Apparente
SOTTRAZIONE

(Boring Machines, 2018)


PAOLO SPACCAMONTI JOCHEN ARBEIT
II
CLN

(Boring Machines, 2018)


THE STAR PILLOW
An Interstellar Handshake
SYMPHONY FOR INTERGALACTC BROTHERHOOD

(Boring Machines, 2018)


NICOLAS GAUNIN
Rongo
NOA NOA

(Artetetra, 2018)


MAURIZIO ABATE
Odonata
Shaping The Mud
STANDING WATERS

(Boring Machines / Black Sweat Records, 2018)


THE WHITE STRIPES
Little Bird
DE STIJL

(Sympathy For The Record Industry, 2000)


THE GORIES
Six Cold Feet
I KNOW YOU FINE, BUT HOW YOU DOIN’

( Crypt Records, 1994)


THE BLACK KEYS
Grown So Ugly
RUBBER FACTORY

( Fat Possum Records, 2004)


SOLEDAD BROTHERS
Crooked Crown
THE HARDEST WALK

( Loog,2005)


KID KOALA
Bit Blues (Chicago To NY To LA)
12 BIT BLUES

(Ninja Tune, 2012)


ROBOTOBIBOK
Podróz Do Meksyku
JOGGING

(Vytvornia OM, 2000)


LOUIS & BEBE BARRON
Bridges-Go-Round

(1958)


FLAVIO ZANUTTINI
Scelsi
LA NOTTE

(Creative Sources, 2018)


MIND OVER MIRRORS
Vermillion Pink
BELLOWING SUN

(Paradise Of Bachelors, 2018)


GIANCARLO SCHIAFFINI / GIORGIO PACORIG
Lo Scazzone Innamorato
DOLENTI DELITTI DOLOSI DALLE DILETTE DOLINE

(Setola Di Maiale, 2018)

3° MERCATO DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA


SABATO 7 APRILE
PORDENONE – PIAZZA DELLA MOTTA 2

CHIOSTRO EX CONVENTO SAN FRANCESCO, PORDENONE
INGRESSO LIBERO, ISCRIZIONE E DEGUSTAZIONE € 20

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti Fivi promuove e tutela il mestiere del vignaiolo, raggruppa uomini e donne che curano personalmente l’intero ciclo di produzione, coltivando le proprie vigne, producendo il proprio vino e imbottigliandolo il sotto la propria responsabilità. Attualmente le aziende associate in Friuli sono 40.

Forti dell’esperienza maturata nel mercato nazionale – che si tiene a Piacenza ogni anno – il gruppo FIVI friulano è stato il primo a organizzare un MERCATO LOCALE, in collaborazione con l’associazione culturale Arci Hybrida, curatrice dell’organizzazione.

Il MERCATO E’ APERTO a tutti coloro che hanno voglia di godere di un’esperienza di vita e non di un atto di consumo; l’INGRESSO è LIBERO e, per chi lo desidera, è possibile degustare liberamente dalle mani del produttore tutti i vini proposti, acquistando il CALICE #FIVI.

Le postazioni dei vignaioli sono allestite utilizzando le botti prodotte da un artigiano locale (Mastro Bottaio Srl). Da questi inusuali tavoli, assaggiando i vini, si potranno così ascoltare storie, impegni e progetti futuri. L’area del mercato comprende un punto d’ascolto in cuffia per ascoltare le testimonianze raccolte nelle cinque puntate del radio documentario “Terreno Divino. Cura e vocazione di un territorio” di Renato Rinaldi e Andrea Collavino, prodotto con il sostegno di Radio3 Rai e Radio Onde Furlane.

A tutti i partecipanti, per accompagnare la degustazione, verrà offerto gratuitamente il PANE del Patto della farina del Friuli orientale, prodotto con farine di alta qualità, ottenuti con metodi sostenibili e prezzi corretti (Panificio Iordan).

I visitatori e gli appassionati che vorranno pernottare nelle strutture ricettive locali, utilizzando il portale del Consorzio Pordenone Turismo www.pordenoneturismo.com , avranno una riduzione sul costo della degustazione e un tour guidato omaggio per scoprire la città in un week-end da buongustai.

Una attenzione particolare è rivolta ai bambini grazie all’allestimento di un’area, attrezzata con tappeti, libri, giochi, aperta dalle 15.00 alle 18.00. Ci saranno anche due laboratori gratuiti: ‘Spazio alle spezie’, per conoscere usi e benefici di spezie e erbe aromatiche attraverso la sperimentazione multisensoriale a cura di Rosa Anna Toppi (docente scuola infanzia e primaria) e Marisa Toppi (arte-terapeuta in formazione), e ‘Cucinando si impara, ingredienti naturali per piatti straordinari’, tenuto dallo chef e insegnante Claudio Petracco di Cucinarebio www.claudiopetracco.com.

La natura itinerante del mercato – il primo anno a Udine, il secondo a Trieste, quest’anno a Pordenone – genera scambi e relazioni con produttori di cibo e servizi della zona: così si può godere di una cucina sana e consapevole e di belle esperienze, al ritmo lento del TURISMO SOSTENIBILE.

••• VIGNAIOLI FIVI PRESENTI •••

• ANNA BERRA Nimis (Anna Berra di Ivan Monai)

• AQUILA DEL TORRE Savorgnano del Torre (Aquila del Torre – Vino per Natura)

• BESSICH Roveredo in Piano (Bessich Wines)

• BORGO DEI SAPORI Spessa di Cividale (Borgo dei Sapori Agriturismo e Vini Biologici)

• BORGO DELLE OCHE Valvasone (Borgo delle Oche azienda agricola)

• I CLIVI Corno di Rosazzo (i Clivi)

• IL CARPINO San Floriano del Collio (Il Carpino)

• CECCHINI MARCO Faedis (Az. Agr. Cecchini Marco)

• EDI KEBER Cormòns (Edi Keber – Vino del Territorio)

• FEDELE LUCA Corno di Rosazzo (Luca Fedele Wine)

• FERLAT Cormòns (Ferlat Silvano Soc. Agr.)

• FLAIBANI Cividale del Friuli (Bruna Flaibani)

• KORSI? San Floriano del Collio (Korsic Wines)

• LA DAI ROCS Faedis

• LE FAVOLE Caneva (Le Favole Wines)

• LIS FADIS Spessa di Cividale (Lis Fadis)

• MURVA Moraro (Azienda agricola MURVA di Renata Pizzulin)

• RIVE COL DE FER Caneva (Rivecoldefer)

• SAN LURINS San Lorenzo Isontino (San-Lurins)

• STROPPOLATINI Gagliano (Casali del Picchio – Azienda Agricola Stroppolatini)

• TARLAO VIGNIS IN AQUILEIA Aquileia (Tarlao)

• TENUTA STELLA Scriò (Tenuta Stella)

• TERRE DEL FAET Cormòns (Terre del Faet)

• VIGNAI DA DULINE Villanova del Judrio (Vignai da Duline)

• VILLA JOB Pozzuolo del Friuli (Villa Job)

E OSPITI FIVI da fuori regione:

• BELE CASEL Caerano San Marco (Tv) Bele Casel – Vignaioli in Asolo

• CESCONI Pressano (Tn) Cesconi

• KOBLER Magrè (Bz) Armin Kobler

• LE FRAGHE Cavaion Veronese (Vr) Le Fraghe con Matilde Poggi Presidente FIVI

••• OFFERTA GASTRONOMICA •••

Le pizze del BAR SPORT Udine, un progetto della Coop 2001 Agenzia Sociale e ARCI territoriale Udine-Pordenone (Cooperativa Duemilauno Agenzia Sociale – CIDR Udine)

LATTERIA DI AVIANO Aviano (Latteria Di Aviano)

LA TANA DELLE PITINE GAMBON Tramonti di Sopra (La Tana delle Pitine)

PANIFICIO JORDAN Capriva del Friuli (Panificio Iordan)

PROSCIUTTERIA FRATELLI MARTIN Pordenone (Prosciutteria f.lli martin)

••• POSTAZIONE D’ASCOLTO •••

TERRENO DIVINO, CURA E VOCAZIONE DI UN TERRITORIO radio documentario di Renato Rinaldi e Andrea Collavino

••• BAMBINI E FAMIGLIE •••

AREA GIOCHI PICCOLI VIGNAIOLI INDIPENDENTI:
dalle 15.00 alle 18.00, per i più piccoli, giochi e letture a cura di Elena Sacher

LABORATORI PER BAMBINI SU PRENOTAZIONE:

– SPAZIO ALLE SPEZIE – ore 15.00, posti limitati, età 5-10. Laboratorio multisensoriale a cura di Rosa Anna e Marisa Toppi

– CUCINANDO SI IMPARA – ore 15.00, posti limitati, età 5-10. Laboratorio a cura dello chef Claudio Petracco (Cucinarebio www.claudiopetracco.com)

Per informazioni e iscrizioni al laboratori:
Scrivere: mercato.fivi.fvg@gmail.com
Compilare: https://goo.gl/forms/B5BStfDS5S9NY7912

——

FIVI FVG aderisce a www.wineinmoderation.eu

www.fivi.it

TARCENTO JAZZ 2017: GREG FOX + ODBO OQPO

VENERDI’ 8 DICEMBRE
ORE 21:00 INGRESSO 10€
TARCENTO – EX CINEMA MARGHERITA – VIALE MARINELLI 20 (UD)

GREG FOX

Greg Fox è l’irrequieto batterista dei Liturgy, passato attraverso le lande free degli Zs e quelle acide dei Guardian Alien, approdato a collaborazioni di primo livello – il super gruppo Ex Eye con Colin Stetson, Ben Frost, ma anche il Fox Millions Duo con Kid Millions degli Oneida – e che adesso sembra aver messo in atto uno scarto non da poco con “The Gradual Progression”, suo ultimo lavoro che presenterà a Tarcento Jazz 2017, per una performance che si preannuncia immersiva, avvolgente e senza cali di tensione.
Descritto dal musicista come un viaggio dentro se stesso e più ambiziosamente come il frutto della ricerca della sua vera voce come artista, The Gradual Progression unisce poliritmie aliene generate da un drumming post-free, iconoclastia da jazz dei tempi che furono, spiritualità ancestrale ed echi post-(fourth)world.
Il tutto benedetto dall’alto dai padrini Don Cherry e Pharoah Sanders e in terra da quel Milford Graves che aveva supportato Fox nel precedente Mitral Transmissions, in cui l’americano aveva già tentato una via “molto personale” al drumming-solo.

Info e ascolti https://gregfox.space/

OdbO OqpO

Il trio Odbo OqpO nasce nel 2017 dall’idea del duo Pascolo/Novello di ampliare le proprie proprietà espressive dopo anni di collaborazione e attività live con il progetto hBar inserendo nel progetto il percussionista Vid Drašler, figura centrale della nuova musica slovena.
Il fine del trio è di accostare improvvisazioni e composizioni cercando un equilibrio tra strumenti acustici come flauti, sax e percussioni e i sintetizzatori autoassemblati di Alberto Novello. Le sonorità spaziano dal tradizionale free jazz alla sperimentazione elettroacustica a momenti di psichedelia, con passaggi affini alla musica classica contemporanea.

Paolo Pascolo flauto, flauto basso, sax tenore
Alberto Novello synth modulare
Vid Drašler batteria e percussioni

Info e ascolti http://bit.ly/2yDO9Sv

HYBRIDA. radio show – playlist 196° puntata

HYBRIDA. radio show va in onda sui 90.00 mhz di Radio Onde Furlane e in streaming su www.ondefurlane.eu. Prossima puntata: 4 dicembre alle ore 21

Ascolta “Hybrida Radio Show 196 27-11-2017” su Spreaker.


BLACK QUANTUM FUTURISM
Time Distortion
AFTERLIFE OF EVENTS

(Bandcamp, 2015)


OCTAVIA BUTLER, MMGZ, BQF
Kindred
CONSTELLATION 8

(Bandcamp, 2015)


DIRTY ART CLUB
Queen Persephone
BASEMENT SEANCE

(Bandcamp, 2017)


KLEIN
B2k
TOMMY

(Hyperdub, 2017)


MHYSA
You Not About That Lyfe
FANTASII

(Halcyon Veil, 2017)


RAS G
Track 7
MY KINDA BLUES

(Ghetto Sci-Fi Music, 2017)


ILLTET
HP One
GAIN

(Rogueart, 2016)


MALIK ABDUL-RAHMAAN
Sidestreets + Streetlights
FIELD RESEARCH MALAYSIA

(Paxico Records, 2017)


YVES TUMOR
AfricaAshes
EXPERIENCING THE DEPOSIT OF FAITH

(Self-released, 2017)


ROBERT AIKI AUBREY LOWE
Mirrors and Assassins
TWO ORB REEL

(More Than Human, 2017)


HIEROGLYPHIC BEING, SARATHY KORWAR & SHABAKA HUTCHINGS
The Doctrines Of Swedenborg
A.R.E. PROJECT

(Technicolour, 2017)


REGINALD OMAS MAMODE IV
Wake Up
CHILDREN OF NU

(Five Easy Pieces, 2017)


CURTIS HARDING
Go As You Are
FACE YOUR FEAR

(Anti-, 2017)


GHOSTPOET
Immigrant Boogie
DARK DAYS + CANAPES

(Play It Again Sam, 2017)


MOOR MOTHER GODDESS
Asunra Sunya Sifr
ASUNRA SUNYA SIFR

(Bandcamp, 2014)


FUNKADELIC
Cosmic Slop (Moodymann Mix)
REWORKED BY DETROITERS

(Westbound Records, 2017)

MIKE COOPER


SABATO 24 GIUGNO
ORE 21:00 INGRESSO LIBERO
UDINE – PARCO VITTIME DELLE FOIBE

MIKE COOPER
voce, chitarra ed effetti

Mike Cooper, inizia la sua carriera musicale come chitarrista, cantante e autore di folk-blues, per poi diversificare il suo lavoro, includendo l’improvvisazione e la musica elettronica, le sonorizzazioni di film, la radio-art e le installazioni sonore. Si dedica alla scrittura, come giornalista musicale e storico delle musiche e dei musicisti del Pacifico (è anche collezionista di camice hawaiane….); artista visivo e filmaker, compare in più di sessanta dischi.
Negli anni sessanta è stato il pioniere del cosidetto British blues boom, suonando con leggende quali Son House, Mississippi Fred McDowell, Bukka White, Howlin’ Wolf, John Lee Hooker e Jimmy Reed. Il suo LP del 1969 Oh Really!? è acclamato come il migliore disco di blues acustico di quegli anni.
Nei primi anni settanta, Cooper è occupato a ridefinire il suo stile assorbendo modi dal free jazz, collaborando con musicisti e improvvisatori quali i sudafricani Dudu Pukwana, Harry Miller, Louis Moholo e Mongezi Feza, e il sassofonista inglese Mike Osborne. Sono gli anni di dischi come Trout Steel (1970), Places I Know (1971) e The Machine Gun Co. with Mike Cooper (1972), fondamentali per il movimento avant blues e ristampati nel 2014 dalla Paradise Of Bachelors.
Produce i primissimi dischi di rogue folk, destinati ad ispirare (insieme all’opera di artisti come Roy Harper o The Incredible String Band) il boom del free folk negli Stati Uniti, con Thurston Moore, Jim O’Rourke e la No-Neck Blues Band che confesseranno di essere fan dell’opera di Mike di quel periodo. Alla fine del decennio, Mike comincia a sviluppare una carriera parallela nell’ambito della musica sperimentale, e collabora assiduamente con membri del London Musicians Collective, come Keith Rowe, David Toop, Steve Beresford, Max Eastley, Paul Burwell, Eddie Prevost. Il suo gruppo The Recedents (con il leggendario sassofonista Lol Coxhill e il batterista Roger Turner) è attivo fino al 2008.
Nel 1987, insieme allo straordinario chitarrista slide francese Cyril Lefebvre, e incorporando i talenti di Lol Coxhill, Steve Beresford e Max Eastley, forma il gruppo Uptown Hawaiians, progetto dedicato ad un repertorio di musica hawaiana, exotica, e di altre musiche per chitarra lap-steel, riaffermando così la sua lunga passione per le culture del Pacifico ed avvalendosi della collaborazione di musicisti come Arthur Lyman e Viv Dogan Corringham, vere e proprie istituzioni della musica dell’arcipelago.
Residente da qualche anno a Roma, Cooper continua a produrre musica. Con Spirit Songs ritorna al concepimento di canzoni per chitarra e voce, nell’apparente gesto primordiale del cantautore, ma qui siamo di fronte all’esperienza di una carriera ai margini della sperimentazione che si proietta straordinaria su di un futuribile in stretto contatto con la tradizione (anglosassone e mediterranea). La parte testuale delle canzoni proviene nella maggior parte dei casi dalle pagine di Gravity’s Rainbow e V di Thomas Pynchon sottoposte ad un ludico e casuale lavoro di cut-up. Cooper suona queste canzoni senza una forma o un accompagnamento musicale predefinito, semplicemente improvvisando e rendendo così ogni performance unica.
www.cooparia.com

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page

Archivio Post