ANTIQUARK & KARMAFUZION

Venerdì 4 maggio ore 22

ad.jpg AntiQuark (San Diego) è dal 2001 sulle scene della bay area con tre album all’attivo (”Mask”, “Neon Healer” e”SkyDancer!”).
Alcuni loro pezzi compaiono anche sulle compilation “Witches of the West” del 2003, ‘manifesto’ della scena californiana e su “Nostalgia del Buio”, curata da Jessie Eva dei Vanishing per Cochon Records.
La band ha diviso in questi anni il palco con gruppi come gli stessi Vanishing, Sixteens, Le Tigre, Orgy, Godhead, Society 1, The Prids, Kill Me Tomorrow and Tender Buttons, Tribe 8, Black Ice, The Grand Elegance, The Phantom Limbs, A.R.E. Weapons e Dead Meadow.
Un live act pericoloso!

“Ant Dakini viaggiò intorno al mondo per tre volte su diverse navi. Un giorno mentre osservava la costa californiana ebbe una visione. Decise di buttarsi a mare e raggiungere la spiaggia. La sua visione era molto semplice: un gruppo musicale. Un gruppo in cui tutti i membri fossero non fumatori ma avessero una bruciatura di sigaretta in qualche parte sul corpo. Questo era il gruppo che sognava, non importava lo stile. Ma tutto ciò non venne mai alla luce. Ant non aveva mai fumato in vita sua e non aveva nemmeno la bruciatura di sigaretta descritta sopra. Così si trovò a essere squalificata dal gruppo che lei stessa aveva ideato.
Dopo 6 lunghi anni Sergio apparve e subito giurò di odiare le sigarette e affermò di avere la bruciatura da qualche parte sotto la cintola. Si tirò giù i pantaloni e fece vedere la bruciatura ad Ant, piuttosto distinta e scura. Con i pantaloni intorno alle caviglie Sergio iniziò a cantare. Ant decise di comporre la musica con frutti e strumenti elettronici. Sergio mangiò la frutta. Così nacque AntiQuark.”
www.antiquark.net
www.myspace.com/antiquark
intervista http://lit.nivis-regnum.com/interviste/intervista-antiquark/

+
KARMAFUZION
Già attivo in passato come batterista dei Maggots (punk-rock) e attualmente tra le fila degli ottimi Big Member (power-pop), Lorenzo Manià si produce in un progetto radicalmente diverso e sorprendente. Karmafuzion dà voce alla passione di Lorenzo per l’elettronica: sintetizzatori gravidi di bassi si innestano su ritmi che non hanno nessuna intenzione di nascondere il loro dance-appeal. I brani oscillano tra la techno e l’electro per un suono che sa essere minimale e robusto al tempo stesso. L’elettronica di Karmafuzion è essenziale, tra Swayzak e i Mouse On Mars più diretti, la struttura dei suoi brani poggia su texture sonore complesse che riescono ugualmente a proporsi in maniera immediata. www.myspace.com/karmafuzion

+ FINAL MUZIK stand & hybridasoundsystem dj set

ingresso libero soci Arci

Lascia un commento

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page
Archivio Post