ACID MOTHERS TEMPLE & THE MELTING PARAISO U.F.O. + STEARICA

Festintenda
Mortegliano (UD) Area Chiasiellis
Venerdì 21 maggio ore 22.00 ingresso libero

ACID MOTHERS TEMPLE & THE MELTING PARAISO U.F.O.

Autentiche leggende della scena psichedelica rock contemporanea, gli Acid Mothers Temple sono citati come riferimento nelle interviste di artisti del calibro di Thurston Moore, Mogway, Sunn O)))
“Acid Mothers Temple & The Melting Paraiso U.F.O.” è il nome completo del più prolifico e conosciuto progetto generato da “Soul Collective”, eclettica attività collettiva che fa capo al chitarrista giapponese Kawabata Makoto e nella cui orbita ruotano trenta eccentrici personaggi tra artisti concettuali, musicisti d’avanguardia, coltivatori (!?), etc.
Una discografia sterminata che conta oltre 80 titoli su label fondamentali come Sub Pop, Important o Alien 8 e centinaia e centinaia di indimenticabili esibizioni live tra putiferi acustici-elettrici-elettronici-ambient sui palchi di 4 continenti, fanno degli Acid Mothers Temple un pezzo della storia del rock.
L’ultimo tour europeo della band è datato 2008 e per l’occasione gli Acid suonarono oltre un mese di concerti con i nostrani STEARICA, definendolo il miglior tour dall’inizio della loro carriera. A testimonianza di quell’intensa esperienza, i sette musicisti registrarono ore di materiale l’ultimo giorno trascorso insieme ed il risultato è un album che vedrà la luce nella primavera 2010.
“Gli Acid Mothers Temple & The Melting Paraiso U.F.O. si sono formati nel 1995. Acid Mothers Temple & The Melting Paraiso U.F.O. era in origine inteso come una parte solamente dell’ Acid Mothers Temple Soul Collective, ma negli ultimi dieci anni è parso che la maggior parte dei fans non avessero capito la differenza. Naturalmente, molti di voi si sono accorti dei vari gruppi che sono stati generati dal Soul Collective. Ma bisogna anche dire che gli Acid Mothers Temple & The Melting Paraiso U.F.O. sono sempre stati il nucleo fondamentale del collettivo. In ogni caso, non ho mai considerato Acid Mothers Temple come nome collettivo per qualche particolare componente o formazione – anzi, esiste una descrizione degli animi di tutti coloro che si sono raccolti sotto il nostro slogan, ed è essenzialmente un atteggiamento nei confronti della vita. Acid Mothers Temple è un rifugio, una casa per tutti gli esclusi dalla società che trovano qualche risonanza con il nostro motto, “Fai quello che vuoi, non fare quello che non vuoi!” Kawabata Makoto

Tsuyama Atsushi : monster bass, vocal, acoustic guitar, cosmic joker
Higashi Hiroshi : synthesizer, guitar, chorus, dancin’king
Shimura Koji : drums, latino cool
Kawabata Makoto : guitar, chorus, speed guru

www.acidmothers.com
www.myspace.com/acidmotherstemple

STEARICA
La storia degli Stearica è segnata da più di dieci anni di tour in tutta Europa al fianco di leggende della scena indipendente come Nomeansno, GirlsAgainstBoys, Damo Suzuki, The Ex, Karate, Acid Mothers Temple, Tarentel.
Una storia rara per una band italiana, fatta di collaborazioni internazionali del calibro di Dälek (Ipecac), Amy Denio (Fred Frith, Derek Bailey), Jessica Lurie (Bill Frisell, Nels Cline), Nick Storring (Damo Suzuki network, Picastro).
Nel 2008 esce “OLTRE”: il disco è distribuito e recensito entusiasticamente in tutto il mondo (Il Mucchio lo definisce “il più bel disco italiano prodotto negli ultimi anni”) ed ha permesso al gruppo di suonare sul palco di festival internazionali come il Traffic a Torino (con Battles e Tricky) e come unica band italiana all’Hokaben di Londra (con Sun Ra Arkestra, Don Caballero, Kid 606) ed al Be2gether festival (con Groove Armada, Clinic, GvsB, etc.) la più importante manifestazione nell’ex URSS.
Nell’ottobre 2009 arriva ancora un risultato di caratura internazionale quando THE WIRE – il più autorevole magazine di musica contemporanea al mondo – sceglie la traccia ‘Occhio’ per aprire il volume 22 della serie THE WIRE TAPPER, celebre compilation che nel corso degli ultimi undici anni ha portato alla ribalta artisti (come Sigur ros, Liars, Labradford, Four Tet, etc) che oggi sono considerati cardine nella scena del suono moderno.
www.myspace.com/stearica

Lascia un commento

Podcast - Podcast - Podcast
Hybrida Radio Show
Go To Podcast Page
Archivio Post